‘Na sera ‘e Moggi

Sulle note di "'Na sera 'e maggio" di Giuseppe Cioffi, racconta in maniera satirica la vicenda e si conclude con una "tammurriata" con i nomi di tutti i protagonisti della vicenda. La canzone, il cui testo è stato scritto da Claudio Lardo e Giampiero Moncada, è andata in onda in Ho perso il Trend, il fortunato programma radiofonico ideato e condotto da Ernesto Bassignano, in compagnia di Ezio Luzi, trasmessa da RAI Radio Uno.


Maggio 2006.
Lo scandalo Calciopoli entra nel vivo; le prime telefonate intercettate vengono rese pubbliche; decine e decine gli indagati e, su tutti, spicca il nome di Luciano Moggi che fu poi condannato definitivamente a 5 anni di reclusione.


Pianoforte, percussioni e voce: Claudio Lardo
Chitarra, mandolino e percussioni: Vincenzo Lardo


 

'Na sera 'e Moggi

Non vai più agli allenamenti
e non scopri più i talenti;
se ti chiama il magistrato
fai ‘o distratto comm’a ché.

Sta casacca bianconera
non è quella della juve,
ma è ‘a divisa d’’a galera,
pronta, sta aspettando a te!

Se andiamo in serie B,
tienilo a mente:
nun te fa’ cchiù vede',
piezz ‘e fetente.

Me s’’è spezzato ‘o core,
mannaggia a Moggi!
E mo’ cu’ ll’arbitraggio
comme se fa??

(tammurriata)

Che casino: Bertini e Contini,
insieme a Giraudo e Dondarini
hanno fatto 'na pastetta
cu' Lotito, Carraro e Pairetto.

Pe' fa vincere a Juventus,
hanno incastrato a De Santis
a Racalbuto e Rodomonti,
Pisacreta e Tagliavento.

So' arrivati Beatrice e Narducci
pe' scupri' a Puglisi e a Mencucci,
pe' senti' 'nu poco 'e palle
cuntate a Griselli e Della Valle.

Hanna ‘a parla’ fino a mattina
Mazzei, Baglioni, Messina e Scardina,
Buffon, Iuliano e Geminiani,
Ghirelli, Vitelli, Foschetti e Meani.

E’ succies ‘stu parapiglia,
pe’ colpa ‘e Moggi, padre e figlio:
‘int’ ‘o telefono hanno parlato
e ‘nu cuofano ‘e gente hann’indagato.

I commenti sono chiusi.