Il povero Pluto

con
Vito Cesaro e
Denny Mendez

e con
M.Pagano / M.Zinno
Claudio Lardo

Eduardo Di Lorenzo
Antonio Magliaro
Rita Citro

commedia comica da
Aristofane

adattamento di
M.Micheli, M.Mirabella,
V.Cesaro e A.Ralli

scene
Luca De Nicola
Bartolomeo Volzone

costumi
Maria Marino

musiche originali
Roberto Marino

movimenti coreografici
Marina Ansalone

una produzione
Assoteatro

direttore di scena
Bartolomeo Volzone

macchinista
Christian Salicone

fonica e luci
Massimo Petrosino

fotografa di scena
Emanuela Napoli

organizzazione generale
Ilaria Valitutto

regia
Vito Cesaro


Il trailer dello spettacolo

Foto di scena

« 1 di 13 »

Perché si dice che la Fortuna sia cieca? Forse perché per gli antichi Greci, cieco era Pluto, il dio della ricchezza! E cieco doveva restare, affinché casuale fosse la fortuna degli uomini.
E se, invece, per uno scherzo del destino, Pluto iniziasse a vedere?
E cosa accadrebbe se, vedendo, si innamorasse proprio della dea della povertà?

Il protagonista della commedia è un cittadino di Atene, il povero ma onesto Cremilo, il quale, avendo notato che nel mondo la ricchezza non è suddivisa equamente e che soprattutto non premia gli onesti, si reca all’oracolo di Delfi insieme al servo Carione per chiedere se anche il proprio figlio sia destinato a restare povero o meno. La risposta dell'oracolo è che egli dovrà seguire la prima persona che incontrerà all'uscita dal tempio. Quando i due escono dal tempio, incontrano uno straccione cieco e cominciano a interessarsi a lui. Ben presto, il cieco si rivela essere Pluto, dio della ricchezza. Convinto che la diseguale distribuzione della ricchezza derivi dalla cecità del dio, Cremilo si offre di dare a Pluto la vista in modo che possa distinguere tra onesti e disonesti e premiare solo i primi. Tuttavia, sotto mentite spoglie arriva anche la dea della povertà la quale afferma che è un male che la ricchezza possa essere distribuita equamente. Proprio la necessità spinge gli uomini a lavorare ed a impegnarsi mentre i ricchi e si diventano molli e fannulloni. Cremilo però non ascolta i consigli della dea della povertà e riesce a far recuperare la vista a Pluto grazie all’intervento di uno strano medico.


Battipaglia (SA),Teatro "Aldo Giuffré"
4 maggio 2019

Portigliola (RC),Teatro Greco Romano
31 luglio 2019

Casignana (RC), Villa Romana
1 agosto 2019

Termoli (CB),Teatro Verde
17 agosto 2019

Campanarello (AV),Cavea Teatrale di Venticano
25 agosto 2019

I commenti sono chiusi.