Mi piaci, perciò ti doppio!

di e con
Angelo Belgiovine

e con
Claudio Lardo
Marianna Robustelli

regia
Angelo Belgiovine


 

Foto di scena di Alessandra Lardo

« 1 di 16 »

La clonazione è, senza dubbio, un argomento molto interessante dal punto di vista scientifico ma eticamente spinosissimo e difficile, quindi, da gestire. E se provassimo a sdrammatizzarlo guardandolo da un punto di vista prettamente comico? Sicuramente ci accorgeremmo che, all’improvviso, le barriere morali etiche e religiose, innalzate sull’argomento, verrebbero miracolosamente abbattute - potenza dell’umorismo!

Una clonazione vista in chiave comica, quindi, è il soggetto di questo lavoro teatrale.

Il protagonista della commedia è Marco (Angelo Belgiovine - attore e autore Mediaset), in perenne conflitto con la sua seconda e giovane moglie Claudia (Marianna Robustelli), scienziata nevrotica ed esagitata che infischiandosene delle leggi e dell’etica decide di clonare Marco, con il solo scopo di ottenere un compagno più consono alle sue esigenze di donna e al proprio ritmo di vita. Il clone ottenuto è Leonardo (Claudio Lardo) che piomba nella vita dei due coniugi con la purezza di un bambino e, inaspettatamente, anziché entrare in sintonia con la sua creatrice/mamma, si allea con il tartassato e maltrattato Marco, instaurando un comicissimo sodalizio di complicità, ma l'alleanza tra i due, tesa a combattere la tirannia di Claudia, porta ad un finale comico e amaro nello stesso tempo, senza, però, togliere allo spettatore, il gusto della sorpresa.

Angelo Belgiovine, che è anche l’autore del testo, ha curato anche la regia della pièce, delineando in maniera nitida e definita il carattere dei tre personaggi. Sfruttando a pieno le caratteristiche tecniche e le abilità di ciascuno degli attori, ha reso il lavoro un perfetto meccanismo comico, dal divertimento assicurato.

Roma
Teatro "UTS - Upter Teatro Studio"
28 e 29 aprile 2012

Napoli
Teatro "La giostra"

10, 11 e 31 marzo 2012

Nocera Inferiore (SA)
Teatro Comunale "Diana"

25 marzo 2012

Salerno
Teatro "Arbostella"

dal 6 al 29 gennaio 2012

I commenti sono chiusi.