Finalmente si risale sul “carro”

Dopo una lunga astinenza durata un anno, Claudio Lardo ritorna in palcoscenico, salendo su “Il Carro di Dioniso”. È questo, infatti, il titolo dello spettacolo che lo vede in scena al fianco di Denny Mendez  e Vito Cesaro, il quale, oltre ad averne curato la regia, si è anche preoccupato di adattare liberamente l’omonimo dramma satiresco di Ettore Romagnoli.

In un’ambientazione da Magna Græcia, l’attore salernitano veste i panni di Cèril , valoroso e ricco signore, perdutamente innamorato di Asteria (Denny Mendez), la bellissima figlia del Principe di Gela (Filippo D’Amato), la quale, ritenendo gli uomini indegni di lei, ha giurato che sposerà soltanto un Nume dell’Olimpo, altrimenti diventerà sacerdotessa. Il povero Cèrilo, per non perdere la sua amata, ordisce un piano per rapirla e farla sua, con la complicità di Fliace (Vito Cesaro) e della sua scalcagnata compagnia di comici di giro: Cotenna (Massimo Pagano) e Corbezzolo (Christian Salicone).

Lo spettacolo, con musiche originali di Roberto Marino, compirà una breve tournée estiva in vari siti di interesse archeologico, quali: il Teatro romano Teanum Sidicium di Teano (CE) il 31 luglio, o quello greco-romano di Portigliola (RC) l’8 agosto, passando per l’area archeologica di Roccagloriosa (SA) l’1 agosto e quella di Grottole (MT) il 6 agosto.

Alcune date siciliane sono state purtroppo cancellate per l’istituzione di zone rosse per il contenimento dell’epidemia da Covid-19. Invece, subito dopo la stagione estiva, lo spettacolo proseguirà nei teatri al chiuso per la stagione invernale. Prima data già confermata quella del 26 settembre a Battipaglia (SA), dove aprirà la stagione del Teatro sociale Aldo Giuffré. Mentre a Roma sono da definire le date per le repliche, già confermate, al Teatro degli Audaci.

Per essere aggiornati sui successivi appuntamenti, basta visitare il sito: www.claudiolardo.it e selezionare la sezione “Eventi”.

Questa voce è stata pubblicata in News, Teatro. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.